1.1. Introduzione

Introduzione

Quando pensiamo all'età, la prima affermazione che ci viene in mente è "l'età è solo un numero" e potrebbe essere solo questo o molto di più. Con l'aumentare dell'aspettativa di vita per gli esseri umani, aumenta anche la nostra percezione di quale età consideriamo "vecchia" (Roebuck, 1979). Abbiamo una medicina, uno stile di vita e una prevenzione delle malattie migliori che mai.

Abbiamo più scienza che promuove pratiche di vita sane che ci mantengono giovani più a lungo.


Vecchio

A seconda di chi chiedi, la definizione di che cosa è vecchio può variare a seconda dell'opinione e dell'età della persona a cui viene chiesto. La ricerca di ciò che è considerato "vecchio" può sembrare irrilevante quando riceverai sempre una risposta soggettiva.

Se una donna finlandese di 95 anni può essere una delle persone più anziane a fare il bungee jump, o un 80enne può essere la persona più anziana a raggiungere la vetta dell'Everest anche dopo quattro interventi chirurgici a cuore aperto e aver subito un trauma bacino, chi può davvero decidere se sei troppo vecchio per fare qualcosa?

Con l'aspettativa di vita che cresce ogni anno in Australia, che attualmente è di 82,5 anni, sembra un po' ambizioso dire addio alla tua giovinezza a metà dei 30 anni e dare il benvenuto alla vecchiaia prima di spegnere le candeline a 60 anni.

In questi giorni sembra che l'età sia diventata proprio questo, un numero, ed è più su come ti senti fisicamente e mentalmente che determina se sei vecchio.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che i paesi del mondo più sviluppati caratterizzino la vecchiaia a partire dai 60 anni e oltre.

Tuttavia, questa definizione non è adattabile a un luogo come l'Africa, dove la definizione più tradizionale di anziano, o persona anziana, inizia tra i 50 e i 65 anni.

Il World Economic Forum (WEF) ha recentemente definito la vecchiaia attraverso una nuova misura chiamata "età prospettica" che prende in considerazione il numero medio di anni che le persone hanno lasciato per vivere. Quindi, secondo il WEF, l'età non inizia a 65 anni, ma quando le persone hanno in media 15 anni in più da vivere.

La vecchiaia in giro per il mondo

La maggior parte dell'Europa ha una visione della vecchiaia simile a quella dell'Organizzazione mondiale della sanità, ritenendo che la vecchiaia inizi a 65 anni. In America, un ricercatore ha scoperto che sei considerato anziano dai 70 ai 71 anni per gli uomini e dai 73 ai 73 anni per le donne. Poco meno di un decennio fa in Gran Bretagna, la gente credeva che la vecchiaia iniziasse a 59 anni. Tuttavia, una ricerca condotta nel 2018 ha scoperto che i britannici credevano che tu fossi considerato vecchio a 70 anni. Un decennio fa, la Turchia considerava 55 l'inizio della vecchiaia, perché il paese l'aspettativa di vita media all'epoca era di 72 anni. Ora, tuttavia, con un boom inaspettato di persone di età superiore ai 65 anni, sei considerato vecchio quando raggiungi l'età di 70 anni. Nei paesi in via di sviluppo, l'età in cui sei considerato vecchio è intorno a quando puoi iniziare a ricevere una qualche forma di pensione. In Cina, l'età pensionabile è di 60 anni per gli uomini e 50 per le lavoratrici o 55 per le dipendenti pubbliche. L'età pensionabile della Cina è considerata uno dei maggiori divari nell'età pensionabile. Considerando che, l'India ha una delle età pensionabili più basse in Asia, con 58 anni considerati l'età per andare in pensione. In Libia, paese dell'Africa, l'età pensionabile è stata innalzata da 65 a 70 anni. In molti casi, sembra che l'idea comune di ciò che è vecchio si sia alzata o abbassata a un livello simile, intorno ai 65-70 anni. In Australia, l'attuale età pensionabile è di 67 anni, ma si prevede che aumenterà nei prossimi anni. Il governo sta anche spingendo affinché le persone anziane continuino a lavorare più a lungo, quindi c'è stato un cambiamento in ciò che il governo ritiene sia vecchio

Età vs percezione

Uno studio americano ha scoperto che i giovani adulti hanno una visione diversa di ciò che è considerato vecchio, molti credono che la vecchiaia arrivi a 50 e la mezza età inizi a 30. Il ricercatore principale dello studio ha pensato che fosse interessante che così tanti giovani avessero una percezione distorta di invecchiamento. Lo studio ha scoperto che la percezione della vecchiaia cambia con l'età. Quindi, più invecchi, più è probabile che tu ti senta più giovane. Inoltre, più invecchi, più è probabile che ti sposti verso un'idea giovanile del tuo aspetto, degli interessi che hai e delle attività a cui partecipi. Questo studio ritiene che questo passaggio a credere di essere più giovane di quanto sei possa essere dovuto alla stigmatizzazione degli anziani. Quindi le persone anziane tenderanno a dissociarsi dal gruppo di età più avanzata, in modo da non sperimentare gli stereotipi negativi dell'essere vecchi. Il risultato principale dello studio è stato che le persone non vogliono associarsi come appartenenti a un gruppo di anziani a causa dello stigma che hanno avuto dalle età più giovani verso le persone più anziane.

Una società di ricerche di mercato, Ipsos, ha intervistato 30 paesi per vedere come le percezioni dell'età siano diverse da un paese all'altro. L'indagine ha rilevato che gli australiani percepiscono la vecchiaia quasi come quando si può iniziare a ricevere la pensione di vecchiaia. Sebbene l'Australia abbia un'elevata aspettativa di vita, il paese è anche molto negativo nei confronti dell'invecchiamento. Circa il 29% degli australiani è ottimista sull'invecchiamento. Questo è inferiore alla media globale, 33%. Poco più della metà degli australiani è preoccupata per l'invecchiamento, il 51%. E circa il 71% dei partecipanti credeva di essere preparato per la vecchiaia. Gli australiani erano d'accordo, il 61%, che i nostri anziani non ricevevano abbastanza rispetto.